Tagliare con il passato.

Sembra ieri che eravamo bambini, ed ora siamo alle prese con importanti responsabilità: una quotidianità che spesso diventa frenetica o ripetitiva e noiosa ma comunque chiusa alle nuove possibilità. Ma cosa ci è accaduto dove abbiamo messo quella vitalità di bambini, quella curiosità e iniziativa che ci apparteneva?

Le esperienze della vita ci hanno modificato, plasmato, specie le nostre esperienza infantili ed adolescenziali, ci ritroviamo ora ad esaminare la nostra storia, e le relazioni con i nostri familiari ci appaiono piene di lagune e dolorose, spesso mancanti, non come le avremmo volute!. Ma a prescindere dal passato tentiamo nel presente di ritrovare il soddisfacimento a quei bisogni passati, cerchiamo disperatamente questa soddisfazione senza mai incontrarla davvero. Una ricerca che va avanti da anni, forse da sempre, di un passato che desideravamo. Ma in questo modo stiamo perdendo di vista il futuro, le nuove possibilità e di certo il trascorrere del tempo non è infinito come spesso ci è sembrato di viverlo negli squarci di vita che si ripetono confusi sempre uguali a se stessi. Il tempo è finito e questa sua dimensione ci costringe a fare i conti con noi stessi, a venire a patti con la vita che stiamo vivendo e compiere quindi delle scelte. Tra le più importanti scelte vi è quella di  tagliare con il proprio passato; ma come si può fare senza che questo ritorni ? ma è davvero possibile ? 
No non è possibile davvero tagliare! anzi quando operiamo inconsapevolmente una difesa cosi drastica, stiamo lasciando sempre aperta un porta da cui  spirerà quel tempo passato. L'unico modo per liberarsi del proprio passato è ripercorrerlo, affrontarne la durezza e lasciare che i ricordi affluiscano per poi ricollocarsi da se nello spazio del passato, permettendoci di vivere con  leggerezza.  Si può aver avuto un trauma senza però essere il trauma. 

Carl Whitaker uno psichiatra e pioniere della terapia familiare sosteneva che il paziente guarisce quando smette di rimuginare sul passato e di pensare sempre al futuro e vive intensamente il presente.


Commenti