L'amore maturo

Tra tutte le difficoltà quella che tutti abbiamo incontrato nella vita è decidere cosa sia l'amore, chi ci ama veramente, se amiamo veramente.

Quante  volte abbiamo creduto d' amare e invece siamo stati ingannati, poi nel tempo ritorniamo sui nostri passi e definiamo lo stesso inganno un diverso tipo di amore. interpretazione diverse si susseguono nel tempo.

Credo che la ricerca e il dialogo interno con questa componente istintiva e sfuggente che è l'amore sia la premessa fondamentale alla vita. Non c'è vita senza desiderio dell'altro premessa essenziale all'amore.

Purtroppo la civiltà del consumismo, del capitalismo e della cattiva informazione ha deformato e distorto il nostro sentire più profondo ed autentico sicché i nostri bisogni più profondi rimangono insoddisfatti e solo la maschera di superficie viene sempre più costruita finemente.

Una delle cose più importanti ma trascurate dall'uomo nel corso del tempo è la comunicazione , ma direi anche la capacità di capire e recepire il messaggio.

Quando incontriamo un disagio esistenziale, un disagio amoroso all'interno di una relazione, un disagio tra genitori e figli quella ad essere compromessa è sempre la comunicazione.

Uno parla un linguaggio che l'altro non è in grado di recepire, comprendere, capire,sentire profondamente.

Ciò che compromette la capacità di cogliere il messaggio è il vuoto, i bisogni emotivi inappagati e silenti e mai presi in considerazione.
L'eco della nostra disperazione, solitudine, depressione, mancanza d'amore non ci permette più di vedere l'altro come diverso da me e di cogliere il suo messaggio; ognuno parla una lingua solitaria e sorda diretta solo a se stessi.

L'amore nasce quando nasce l'altro da me, perchè io ti possa amare te devo riconoscere il tuo confine chiaro dal mio e dai miei bisogni.

Quando nasce un figlio le mamme si accingono a dire che lo amano come mai hanno amato, non è cosi ! In quel momento il bambino spinge nell'essere umano un istinto biologico per il quale ci si sente responsabili dell'altro e della sua sopravvivenza, l'amore sopraggiunge solo quando inizio a percepire l'altro come soggetto unico e sconosciuto a me.
 Quando sentiamo affermare finalmente ti ho incontrato senza che l'altro ci abbia mai conosciuto non ha incontrato noi ma sta  momentaneamente avvertendo la sensazione che la nostra presenza abbia riempito il suo vuoto ma poichè noi non apparteniamo all'altro non appena ci allontaneremo, questo ci accuserà di essere cattivi, sbagliati, accade perchè ci allontaniamo dal suo vuoto che lui inesorabilmente ritorna a sentire.

Amare è sempre desiderio dell'altro sconosciuto a me.


Commenti

Post più popolari