Inserire il bambino al nido e alla scuola d'infanzia. Qualche utile consiglio

Cari mamma e papà ecco è arrivato il momento, non ne potete più di urla, bernoccoli, giochi sparpagliati ovunque e poi e' ora di tornare a lavoro, gli impegni aumentano e il bisogno di spazi per se stessi inizia a farsi sentire.

Ma ora ? Ecco che si preannuncia il primo vero distacco, affidare il proprio bambino all'educatore; ansia, dubbi, sensi di colpa, iniziano a farsi sentire ... Drinnn un campanello d' allarme risuona in noi.

Non preoccupatevi non siete i soli! Tanti genitori si sono emozionati e visti stringere il cuore all'ingresso del loro pargoletto a scuola ed è bastato che questi percepisse una minima angoscia nei loro occhi  per iniziare a piangere !

Risultati immagini per separarsi dal figlio bambino scuola
Separarsi non e' facile attiva in ognuno di noi aspetti emotivi profondi e talora inaspettati. Noi professionisti delle relazioni per mestiere siamo abituati ad unirci e separarci un gran numero di volte, eppure non e' semplice neanche per noi ed e' per  questo che ci prepariamo e ci prendiamo un giusti tempo: quello delle emozioni che può essere un lampo oppure lento lento!


Ma vediamo qualche utile consiglio.

1-  Il pensiero che dovrebbe guidarci e' quello di facilitare il distacco del bambinomostrandosi contenti; perche' in fondo non e'ciò che vogliamo? Che diventi autonomo?  Noi quando avrà bisogno potremo sempre esserci per lui !

2 - Parlargli delle relazioni che potrà stringere con gli altri bambini e che questi potranno essere molto diversi l' uno dall'altro; qualcuno gli sara' piu' simpatico, qualcun altro lo farà arrabbiare ma che poi in fondo siamo tutti molto simili! Parlare al bambino e' importante anche quando e' piccolo; le nostre rassicurazioni gli arriveranno certamente. 

3- Ricordatevi che la scuola e' importante non solo per imparare, ma sopratutto per Essere e per farlo abbiamo bisogno di sperimentarci in relazioni. Inoltre lo sviluppo cognitivo e' avvantaggiato quando il bambino sta bene con i compagni e ne ricava soddisfazione.

4- Raccontargli del vostro primo giorno... Ve lo ricordate ? Quando per la prima volta siete rimasti da soli senza mamma e papà ? Cosa avete provato ? Cosa ne pensate oggi ? Se saprete parlare a vostro figlio con il cuore questi vi ascolterà certamente, e non e' importante che siate stati i maghi della separazione, quanto che parliate di emozioni che avete realmente vissuto e che vostro figlio magari sta vivendo o sta per sperimentare anche se con modalità e intensità differenti.

Quindi in bocca al lupo cari mamma e papà ! E che questo momento  sia per voi un "passaggio" da compiere insieme al bambino.


Dott.ssa Silvia Rotondi
3382672692
Via Panaro 11 Roma ( Corso Trieste - Piazza Istria )
Via Paolo Emilio 7 Roma ( Quartiere prati )
Via Giovanni XXIII 5 Colleferro

Commenti