13 settembre 2017

Maledetto amore: qualche riflessione

Da anni mi occupo di dipendenza affettiva, male d'amore, coppie in crisi e continuamente non perdo mai la passione e l'interesse per questo campo. 

Sarà che l'amore è la patologia più grande che possa esistere; ovviamente sono ironica nell'usare il termine patologia ma è cosi !!  Tutto parte da li è il motore di ogni malessere. 

Pensiamo all'amore primordiale quello che ci viene subito in mente:
L'amore materno: un piccolo fagotto allattato amorevolmente dalla sua mamma: non trovate che sia il principio e l'inizio di tutto ?

Si io si ! ed ora che sono diventata madre lo penso ancora di più; quell'esserino che è mia figlia ma con cui qualsiasi persona può identificarsi ha bisogno di me ...e molto dipenderà dal mio accudimento. 

Se lo accudisco in modo ansioso probabilmente gli trasmetterò che non può fidarsi di me, quindi sperimenterà una buona dose di ansia lui stesso; se lo accudisco in modo sicuro ( che attenzione non vuol dire fare le cose bene) questo sara calmo e sereno. 

La cosa che più mi affascina del lavoro con le persone che vengono in terapia per un malessere d'amore è proprio il viaggio nel profondo delle relazioni primarie (madre - padre) che insieme ci appresteremo a fare, ovviamente sento su di me una buona dose di responsabilità in quanto posso dire che un terapeuta in un certo senso diventa  la madre simbolica e inconscia dei propri pazienti. 

La cosa che più è importante in questo lavoro delicato è gestire le separazioni, le assenze le piccole incomprensioni che causano rottura nel rapporto terapeutico e che rappresentano la porta d'accesso nel mondo intimo e spesso doloroso del paziente. 


Amore è nutrimento, nutrire e nutrirsi allo spesso tempo e la relazione terapeutica per chi soffre di queste pene non può che basarsi su un processo lento e riparativo di quando questo non è avvenuto.

Difatti chi non riesce ad avere una buona relazione di coppia spesso non è stato amato nel modo che avrebbe voluto non solo dal compagno/a ma anche dai propri genitori; questa ferita d'amore esercita sempre una sorta di attrazione per persone che spesso non fanno altro che ferire nuovamente il malcapitato e spesso l'unica vera strada per risolvere a monte il malessere è intraprendere un percorso terapeutico. 

Nessun commento: