13 gennaio 2012

Oh che mal di testa ...


A quanti di noi sara' capitato di pronunciare la su detta frase? Quanti dopo giornate faticose e stressanti si sono ritrovati con una bel mal di testa?
Alcune persone si ritrovano a soffrirne costantemente e questi continui dolori spesso impediscono il naturale svolgersi delle azioni quotidiane. Quando non e' stato riscontrato una causa fisica di entità grave, e' possibile collegare il mal di testa a piccole complicazioni fisiologiche e scorrette posizioni che portano ad un irrigidimento della muscolatura del collo e cranica. Ma a cosa sono dovute queste posizioni scorrette e irrigidimenti muscolari? In genere a tensione, stress, ansia. Cercare una comprensione delle motivazioni che ci portano a vivere con tensione specifiche situazioni, imparare a riconoscere le emozioni che stiamo provando, dando loro un nome, puo' darci numerosi benefici. Inoltre, ognuno di noi puo' imparare piccole tecniche di rilassamento che gioveranno in maniera istantanea alle prime manifestazioni di dolore della cefalea emicranica. Spesso di fatti chi ne soffre non si accorge della tensione che sta provando o della scorretta posizione assunta per diverse ore se non ai primi segni di dolore. Riconoscere quindi le prime manifestazioni del dolore imparando ad appropriarsi in maniera maggiore delle emozioni che si stanno vivendo in situazioni specifiche non puo' che migliorare la qualita' della vita delle persone soggette a questo disturbo.

Nessun commento: